La rilegatura è una fase molto importante nella realizzazione di una pubblicazione. Non serve solo a unire le pagine che hai stampato, ma dà forma compiuta al prodotto, ne garantisce la durevolezza nel tempo e facilita la fruibilità per il lettore. Tipi di rilegatura diversi influiscono su tutti questi fattori: alcune tecniche di rilegatura fanno sì che il prodotto stampato duri più nel tempo, altri metodi sono più economici e veloci, altri ancora permettono usi molto specifici del prodotto stampato… basti pensare ai calendari o alle agendine!

Capire come rilegare la tua pubblicazione e scegliere il metodo di rilegatura più adatto è quindi molto importante. Ecco perché qui ti spieghiamo quattro tra i più comuni metodi di rilegatura usati oggi —punto metallicospirale metallicabrossura grecata e fresatabrossura cucita filo refe — e ti diamo qualche buona idea su come usarli per rilegare le tue pubblicazioni.

La rilegatura a punto metallico (detta anche “punto sella”) è uno dei tipi di rilegatura più semplice, veloce ed economico. Si realizza sovrapponendo dei fogli stampati fronte retro insieme alla copertina e applicando sulla piegatura due graffette. Semplicissimo!

Queste caratteristiche rendono la rilegatura punto metallico un tipo di rilegatura molto adatta a pubblicazioni di poche pagine: rispetto ad altri metodi infatti con il punto metallico è possibile rilegare prodotti anche di sole 8 facciate, fino ad arrivare a circa 40 pagine. Spesso si usano carte con bassa grammatura, ma si può arrivare a utilizzare anche fogli abbastanza pesanti fino a grammature di 300 g/m².

È la tecnica di rilegatura adatta se dovete realizzare pubblicazioni economiche e in tempi molto brevi. Qualche buon esempio? Una rivista o un catalogo aziendale non troppo corposo: poco testo e molta grafica. Oppure il classico libretto delle istruzioni, una brochure informativa o un programma per un evento di più giorni in formato A5 o A6, comodo da mettere in tasca o in borsa.

Brossura grecata e fresata: uno dei metodi di rilegatura più usati per i libri

La brossura grecata (anche detta brossura fresata o brossura a colla) è un tipo di rilegatura adatto a pubblicazioni con un contenuto più ampio rispetto ai prodotti rilegati con punto metallico. Questo ne fa la tecnica di rilegatura più utilizzata per i libri, se vogliamo rimanere nell’ambito delle rilegature più economiche e veloci.

Si realizza incollando sul dorso dei fogli una copertina di cartoncino. Prima dell’incollaggio però le segnature – ovvero i fogli della pubblicazione piegati in quarti, ottavi, sedicesimi, trentaduesimi – vengono tagliati con la fresa o grecati sul lato della piega. Queste lavorazioni ne rendono più irregolare il dorso, in questo modo la colla potrà penetrare più facilmente nel materiale e quindi resistere più a lungo!

Potete scegliere questo tipo di rilegatura se il dorso della vostra pubblicazione è di almeno 4 mm. Per questo si tratta di una tecnica di rilegatura adatta per pubblicazioni di almeno 32 facciate. Il libro è sicuramente la destinazione più comune per questo metodo di rilegatura. Puoi tenerla in conto anche se hai in mente di stampare testi scolasticibrochure particolarmente ricche di contenuto, riviste più corpose. Infine se ti stai chiedendo come rilegare la tua tesi o il catalogo di una mostra d’arte, probabilmente hai trovato il tipo di rilegatura che fa per te.

Rilegare con questa tecnica è una scelta particolarmente economica e veloce – Pixartprinting offre stampa online e rilegature in brossura fresata in 24-48 ore – tuttavia se desideri un prodotto durevole ti consigliamo di dare un’occhiata a uno dei prossimi tipi di rilegatura descritti nell’articolo: la brossura cucita filo refe.

Privacy Preference Center

×

Powered by WhatsApp Chat

× Scrivici !